ImolArte: l’Arte della Ceramica Artigianale Italiana


ImolArte: l’Arte della Ceramica Artigianale Italiana Immagine

Nel vasto panorama dell’arte e dell’artigianato nazionale, le maioliche italiane rappresentano un prezioso gioiello che da secoli incanta con la sua bellezza intramontabile ed una storia fatta di artigianalità e passione.

La Sezione Artistica di Cooperativa Ceramica d’Imola è una vera e propria bottega artigiana, un luogo magico dove gesti, memoria e cultura trasformano, ancora oggi, come vuole la tradizione “made in Italy”, un pane d’argilla in un bellissimo oggetto.

In un contesto così moderno ed industriale, qual è quello di Cooperativa Ceramica d’Imola, la produzione di maioliche artistiche rappresenta uno spaccato di vita antica, dove tutto è come un tempo: mani sapienti che modellano la terra e ne fanno manufatti decorati con pennellate piene ma leggere in un quadro d’ispirazione e gusto settecentesco.

La creazione di ogni manufatto unico prevede diverse fasi: la foggiatura, il colaggio e la decorazione. Per quanto riguarda la prima fase, solo un mastro vasaio bravo ed esperto può eseguire “a regola d’arte” la foggiatura al tornio di un pezzo d’argilla. La sua straordinaria manualità, fatta di gesti ricchi di talento ed anni di studio, tecnica ed esperienza, fa nascere dalla semplice terra preziosi oggetti d’arte e di design.

Il colaggio: dall’argilla, cullata con amore all’interno di appositi stampi, vengono alla luce forme diverse, anche le più complesse. Il segreto qui è saper attendere, osservare, stupirsi di come d’incanto, grazie alle virtù del gesso, ciò che non c’era si materializza in un corpo, una sagoma, un profilo.

Ma la bellezza finale dell’oggetto è nella qualità della sua decorazione. Una tavolozza di tantissimi colori, strumenti nuovi e vecchi anche di secoli – pennelli e spolveri: questi gli elementi con cui si esprime al meglio la creatività e la maestria del decoratore, che sa spaziare con agilità tra motivi di tradizione settecentesca e ottocentesca e scelte stilistiche più moderne.

Le opere create da ImolArte, dunque, sono il frutto del connubio tra una tradizione storica importante e la voglia di guardare al moderno.

“Noi di ImolArte siamo custodi di decori e opere senza tempo che hanno fatto la storia della cultura ceramica italiana: a breve, infatti, aprirà il nostro nuovo museo che racconterà in una superficie di 1500m2 la nostra evoluzione dal 1874 – anno di fondazione della Cooperativa Ceramica d’Imola – ad oggi.
Pertanto, la nostra missione è divulgare questa arte con uno sguardo volto al futuro ma sempre attento alle sfide del presente.”

La storia delle ceramiche artigianali dipinte a mano, infatti, ha radici molto profonde: sono state protagoniste del panorama artistico del secondo dopoguerra grazie ad autori capaci di lasciare un’impronta duratura nel mondo dell’arte e delle ceramiche decorate, veri e propri maestri che le hanno rese amate e celebri.

In questo periodo la Sezione Artistica di Cooperativa Ceramica d’Imola è diventato il luogo di incontro per artisti e personalità di diversa estrazione, fino a diventare un laboratorio di sperimentazione creativa, di rivisitazione delle ceramiche classiche e di rivoluzione delle maioliche italiane.

Tra gli autori dobbiamo certamente ricordare l’architetto e designer Gio Ponti, arrivato a Imola per puro caso e tuttavia artefice di grandi progetti come le Bottiglie Animate o le ceramiche decorate con il Garofano Blu, motivo che reinventava il tradizionale garofano rosso di settecentesca tradizione locale. La forte intesa tra Gio Ponti e Domenico Minganti, l’allora Direttore Artistico dell’azienda, ha portato alla creazione di opere uniche che mescolavano l’arte delle ceramiche classiche al design rivoluzionario di Ponti.

Alcune mostre, come “Artecotta” nel 1984, hanno ulteriormente riflettuto sul rapporto tra ceramica e arte e tra materia e ceramica, portando a risultati sorprendenti. Da Aldo Spoldi a Germano Sartelli, da Arnaldo Pomodoro a Joe Tilson, molti artisti hanno trovato nella ceramica uno strumento di espressione che ha consentito loro di sperimentare e trasformare le loro idee in opere d’arte affascinanti. Le ceramiche artigianali sono diventate un mezzo capace di esplorare il confine tra il visibile e l’invisibile, l’energia e la materia, il tradizionale e il contemporaneo.

Per concludere, il viaggio attraverso l’epoca moderna delle maioliche italiane ci conduce lungo un percorso che abbraccia tradizione, innovazione e collaborazione artistica. L’arte e la ceramica si fondono, creando opere uniche e significative per la storia dell’arte e dell’artigianato italiani.

A cura di Giuseppina Maria Luisa Spampinato

Non perderti il video dell’arte della ceramica di ImolArte:

Potrebbe interessarti